Lavorazione

Maiolica è il termine merceologico del nostro prodotto ed è precisamente argilla comune, cotta, immersa in un bagno di smalto (ossidi metallici) per coprire la superficie porosa della terracotta, dipinta con colori, anch’essi ossidi metallici, spruzzata di vetro e cotta una seconda volta.
La nostra fabbrica ha il ciclo completo di tutte queste fasi. Compriamo l'argilla in zolle dalle cave sulle colline circostanti e la sottoponiamo con i nostri macchinari ad un lungo processo di raffinazione. Tre sono i modi di lavorazione dell’argilla a seconda della forma dell’oggetto che dobbiamo fabbricare. Se l’oggetto è cilindrico viene realizzato a mano al tornio. Tutte le altre forme vengono create usando stampi di gesso, facendo cioè aderire a pressione manuale l’argilla allo stampo.
Le forme molto complicate (ad esempio un candeliere a torciglione) vengono invece realizzate a colaggio, cioè versando argilla liquida dentro uno stampo in gesso.
Dopo questa prima fase chiamata “creazione” ogni oggetto viene lasciato ad asciugare per circa una settimana e poi rifinito usando speciali attrezzi di metallo che servono a perfezionarne la forma, a ripulirne i bordi ed eventualmente ad attaccare manici e becchi.

Dopo circa 20 giorni l’oggetto sarà completamente essiccato e pronto per la prima cottura che avviene a circa 1020 gradi centigradi.
Il prodotto di questa prima cottura si chiama “biscotto”

Gli oggetti di biscotto vengono immersi in un bagno di ossidi metallici.”

La pittura avviene in 3 fasi:
Prima fase: applicazione dello spolvero.


Seconda fase: con un pennello finissimo si eseguono i contorni.


Terza fase: con pennelli più larghi si applicano i colori dentro o fuori le linee.


L'ultima fase della lavorazione prima della seconda cottura è la spruzzatura di vetro liquido sopra gli oggetti.
Tutto questo lavoro viene eseguito completamente a mano.
Le notevoli conoscenze e abilità richieste sono state tramandate di padre in figlio, restando invariate nel corso dei secoli, la fabbrica Grazia costituisce il miglior esempio di questa tradizione.
Questa fase è fondamentale per dare una resa ottimale dei colori, in quanto li rende più brillanti e resistenti.